Vai alla barra degli strumenti

Al cinema un Film su Mario Mieli : ed e’ subito polemica!

E’ appena uscito nelle sale cinematografiche Italiani una vita su Mario Mieli, uno scrittore e attivista gay, considerato da molti uno dei Padri Fondatori del movimento GLBTQ Italiano…tra quei molti io , come omosessuale, intellettuale, scrittore e attivista, me ne tiro completamente fuori! Definire un “drogato” che faceva uso di allucinogeni e anfetamine per affrontare la vita e sentirsi “accettato” dalla societa’, che io definirei piu’ un “disadattato”…e uno che si dichiarava pubblicamente e candidamente “Pedofilo” senza alcuna vergogna…oltre a praticare addirittura la cropofagia, ossia “mangiare feci” e la “necrofilia”, fare sesso con cadaveri! Trovo tutto questo, offensivo per l’intera comunita’ GLBTQ! Inoltre Mario Mieli asseriva che ogni uomo essenzialmente e’ dentro di sé un Transessuale! Altro concetto che non condivido assolutamente! Per cui non mi sento in alcun modo di definire Mario Mieli uno dei Padri fondatori del movimento Gay!Io non mi sentiro’ mai rappresentato da uno schizzofrenico pervertito! Mario Mieli aveva un suo pensiero , che va rispettato, come va rispettato la liberta’ di espressione di ogni individuo, era un uomo indubbiamente coraggioso, visto che ha sfidato i tabu’ e le congetture del suo tempo, un anticonformista a 360° e di questo gli do’ pieno atto…ma come gay e come essere umano non mi ritrovo assolutamente nel suo pensiero e nel suo modo di concepire la vita! E credo di non essere l’unico ! Ecco il suo pensiero sulla pedofilia : «Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino non tanto l’Edipo, o il futuro Edipo, bensì l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega, calando sul suo erotismo la griglia edipica. La società repressiva eterosessuale costringe il bambino al periodo di latenza; ma il periodo di latenza non è che l’introduzione mortifera all’ergastolo di una «vita» latente. La pederastia, invece, «è una freccia di libidine scagliata verso il feto»…

Io credo che chiunque dovrebbe indignarsi di fronte a chi abusa sessualmente di anime indifese come i bambini! Per cui il pensiero di Mario Mieli sulla pedofilia, lo trovo aberrante e vomitevole! E oggi arriva addirittura al cinema un film sulla sua vita, per quale motivo un esempio di vita cosi’ forviante e altamente diseducativo, deve essere rappresentato in una forma d’arte eccelsa come il cinema? Il mio non e’ un giudizio sulla persona del Mario Mieli , non sono tenuto a giudicare nessuno…ma non mi sento rappresentato da un “fenomeno da circo” e uno “schizzofrenico” che vogliono per forza immortalare a Padre fondatore del movimento gay! Significherebbe dire che i gay sono tutti pedofili,drogati,psicopatici e depravati! Fanculo a chi vuole ad ogni costo accomunarmi ad un personaggio cosi’! Per cui andate pure al cinema ad emulare uno che ha fatto della sua vita uno scempio disgustoso e che si e’ suicidato a soli 30 anni a seguito di una forte depressione! Spiegatemi dunque perche’, un uomo cosi’ “negativo” per la societa’ e la vita stessa, dovrebbe essere considerato come un modello di vita da altri uomini?! Io credo che Mario Mieli rappresenti il decadimento culturale ed esistenziale di tutto il movimento GLBTQ, e non aiuta assolutamente alla causa…bensi’ la negativizza e la mette in cattiva luce. Il film in questione si intitola ” Gli anni amari ” e vede la regia di Andrea Adriatico, ad interpretare Mario Mieli un attore che a suo dire , non ha mai recitato o studiato recitazione in vita sua : ” Nicola di Benedetto”…nel cast anche un inedito Davide Merlini, che ricordiamo come protagonista del Musical di successo “Romeo e Giulietta ama e cambia il Mondo”, che interpreta i panni di Ivan Cattaneo nel film!

Share the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Entra nella nostra
Viva Community Events

Partecipa agli eventi della community Viva.lgbt
e incontra altre persone come te.
Condividi, discuti e goditi nuove esperienze!